Go to Top

Tradizione

 

 

storia-top

 



 

“Parlando di vite si parla di tradizione, in Casa Nardello”

 

A vinificare aveva iniziato il bisnonno Gaetano Maria seguito da nonno Domenico.

La cantina era fornita di grandi botti di legno, inserite all’interno della casa padronale in una stupenda vecchia corte, la vera e propria fattoria del paese.

Piano piano tutte le attrezzature, obsolete vennero dismesse e negli anni l’attività di vinificazione fu interrotta a metà degli anni settanta da nostro padre Gaetano che proseguì l’attività di solo conferimento uve a imbottigliatori privati.

 

Dal catasto austriaco 1847

Grappoli nel vigneto